Novità autoformazione ECM

Novità in arrivo sul fronte autoformazione per i professionisti sanitari in campo ECM.

Da ora sarà possibile, sia per il tutor che per l’affiancato nella fase di inserimento a lavoro, la possibilità di accreditamento, ovvero la possibilità di vedersi riconosciute le ore dedicate a questo tipo di attività.

Tutti i professionisti iscritti all’Albo potranno beneficiarne a decorrere dall’annualità 2022 per il tramite del Portale del Co.Ge.A.P.S.

Sarà premura, infatti, dei professionisti sanitari stessi (tutor/neoassunto/neoinserito) ad autodichiarare questa tipologia di autoformazione accedendo all’interno della propria area personale Co.Ge.A.P.S.

Si ricorda inoltre che “L’attività di autoformazione consiste nella lettura di riviste scientifiche, di capitoli di libri e di monografie non preparati e distribuiti da provider accreditati ECM” e che il numero complessivo di crediti riconoscibili per l’attività di autoformazione non può superare il 20% dell’obbligo formativo triennale. Questa regola, valida per il triennio 2017-2019, è stata confermata anche per il triennio 2020-2022.

Si sottolinea, infine, che l’AGENAS fa rientrare nelle attività di autoformazione anche la partecipazione a gruppi di lavoro con la finalità di elaborare procedure e protocolli aziendali basate sull’EBN.

Queste novità rappresentano dei piccoli grandi passi che riconoscono e premiano la volontà di crescere tipica della nostra professione.